Come sarà l’EXPO?

COSA DOVREBBE ESSERE E A CHE PUNTO E’ L’EXPO – Pietro Enrico Corsi

Questo Convegno é stato conclusivo del secondo “International Participants Meeting” dedicato al coinvolgimento dei rappresentanti dei 104 Paesi finora iscritti ( target 130) . E’ stata illustrato lo stato di avanzamento del progetto e dei lavori del sito. Ne è seguita la discussione dei temi generali e degli svolgimenti settoriali da parte dei Paesi aderenti che erano stati invitati ad avanzare le loro proposte. Praticamente ha preso corpo quale dovrebbe essere la loro sistemazione e l’elaborazione della loro esposizione.

Sintetizzo gli aspetti principali su cui si basa Expo:

a) partecipazione attiva e in parte soggettiva dei singoli Paesi il cui numero acquisito finora si avvicina al target

b) definizione funzionale e “urbanistica” del sito: é ormai stabilita ed i lavori strutturali avviati. In allegato la Mappa dove il sistema viario “romano” (decumano e cardo) delimita le varie zone, che prevedono:

1 .i padiglioni della nazioni più importanti

2. i padiglioni misti dove i Paesi minori esporranno le proprie produzioni

3. i “clusters” cioé sei esposizioni a tema su produzioni specifiche come cereali, legumi, spezie, etc, culturalmente e architettonicamente ricche e significative.

4: L’area delle aziende “sponsors”.

5: L’area della società civile, dove saranno ubicate associazioni, fondazioni, ong, etc. che ritengano di avere attività ed idee connesse ai temi Expo.

expo_village

c) importante presenza fisica e simbolica dell’acqua, giustamente considerata simbiotica al tema della nutrizione e al territorio milanese.  E’ previsto un canale che delimita totalmente l’area, un laghetto, 100 fontanelle come nei parchi a tema americani. L’acqua viene prelevata dal Villoresi con un canale di 20 km. e scaricata poi, attraverso un altro canale da costruire, nella Darsena di P.ta Ticinese che il Comune si é impegnato a ristrutturare per farne il centro delle attività sull’acqua (e non) dei Navigli e oltre . Uno dei lasciti dell’Expo sarà infatti anche questo ampliamento delle vie d’acqua a cui sarà affiancata una pista ciclabile che dalla Darsena si collegherà a quella del  Villoresi  permettendo di raggiungere Monza in bici.

Il succo di tutto questo è che malgrado l’enfasi verbale posta sul ” Feed the planet…” inteso anche come preservazione dell’ambiente e delle sue risorse e quindi la profondità del messaggio che intende promuovere nel senso più ampio possibile un riequilibrio positivo nel binomio utilizzo/creazione delle risorse, lo svolgimento di tale tema non andrà oltre un’esposizione che ha un obbiettivo soprattutto educativo. Questa finalità sarà necessariamente abbinata a quello ludico/ ricreativa per attirare grandi masse di visitatori . Sono previsti 20 milioni di persone nei sei mesi dal 18 Maggio 2015.

Mi sembra utile aggiungere poche note di interesse, credo comune, a fianco di ciascuno degli oratori ascoltati:

Giuseppe Sala AD Expo2015 con sobrietà ha fatto un compendio della situazione a oggi partendo appunto dall’IPM :

1.  Riuscito coinvolgimento dei 105 Paesi sulle tematiche dell’Expo di cui sopra.

2.  Progetto e strutture: siamo nei tempi malgrado quanto perso.

3. Definita la Qualità del Progetto come descritto nella Guida del Tema sul sito a cui ci ha rimandato

4. Sono in fase di coinvolgimento artisti, designer, coreografi, registi ad es. il grande Olmi per “pane e acqua”, etc.

5. I contenuti non possono che essere di tipo educativo stimolante ( Edutainement). Quindi necessità di eventi e novità in  continuazione.

Lanfranco Senn – Presidente MM. Ha sottolineato il ruolo di gestori non solo dell’acquedotto ma del ciclo integrato delle acque iniziando dalla selezione dei prelievi ( 1ma falda 20m per parchi e strade, 2nda falda 80 m. per usi domestici) per giungere all’utilizzo dell’acqua depurata (250 ml m3 anno) che in parte viene rigenerata per usi industriali.

Maurizio Brown – Direttore acque reflue MM. Ha esposto sotto l’aspetto geografico, economico e storico la funzione dell’acqua nel territorio compreso tra Adda e Ticino.

Marco Passaretta– Presidente di Amiacque , che oltre a sottolineare la funzione educativa che offre l’Expo nell’uso dell’acqua, ha fornito alcuni dati abbastanza impressionanti , tipo 7000 km. di tubature, 5000 Km. di fognature e ha rivendicato due innovazioni importanti. Una prima struttura è costituita dalle case dell’Acqua che sono 100 a Milano e circa altre 300 nei dintorni, simboli concreti del favore incontrato presso la cittadinanza. L’altra é la struttura della bolletta contrattata e definita con una parte della cittadinanza attraverso un Forum, in modo da renderla quanto più trasparente possibile. Ha inoltre ricordato la risoluzione Siber del Parlamento Europeo che prevede il versamento dello 0,5% dell’importo in bolletta alla Cooperazione Internazionale. Fattore a suo avviso di stimolo per l’economia nazionale grazie alle domande di assistenza, investimenti etc. Ricordando che ogni dollaro investito nel campo dell’acqua ha ritorni da 3 a 32 dollari.

Angelo Paris– DG Constructions& Site Management Expo15. Ha delineato le cifre coinvolte in Expo e sottolineato alcuni aspetti in linea con i temi della manifestazione

1. Investimenti : Pubblici 1,5 MD (!); Aziende 0,5 MD; Partecipanti 1 MD; Benefici turistici previsti 4,8 MD

2. Zona “Car free” Non sarà possibile arrivarci in auto.  Servita da ferrovie e Metropolitana.

3.Reti Duali per l’acqua con risparmio acqua potabile previsto del 60%.

4. Vasca di laminazione di 20.000 mc ( circa 5 piscine olimpioniche) per la raccolta di acque piovane o esondazione in caso di perturbazioni di tipo equatoriale.

5. Sistemi di irrigazione a goccia.

6. Climatizzazione con l’80% di acque del canale a cui torneranno.

Christiane Franck – DG di Vivacqua sa – Bruxelles. Il 99% dell’acqua in Belgio é gestito da società pubbliche. Vivacqua che é una delle maggiori, copre bisogni intercomunali nelle aree fiamminghe che circondano la capitale. Il prezzo medio é intorno a 4 €/m3 quindi ben più alto dei nostri. Però: 1. nessun sussidio neanche per gli investimenti 2. Salari europei con una contribuzione sociale e fiscale tra le più alte d’Europa.  3. Un costo aggiuntivo non marginale dato dalla frammentazione  etnoistituzionale  fiamminghi/valloni. Controlli sia di società private che da corpi Istituzionali non solo sui bilanci ma su indici di performance ed efficacia che coprono tutto lo spettro delle attività incluse le piante organiche, gli acquisti ed gli investimenti.

Ivo Monteforte – Presidente Acquedotto Pugliese dal 2007. Alcuni dati per la Puglia :Il maggior impianto di Europa – 21.000 km di acquedotto – 10.000 km. di fognature – 487 depuratori – 4 milioni di utenti. L’azione risanatrice che ha comportato tra l’altro la sostituzione di 400.000 contatori, si riassume in poche cifre di cui la prima riflette il 2006 e la seconda il 2011: Investimenti € 60 ml- 220 ml; Fatturato ml 365 -425;  Margine  operativo ml 76- 153; Utile ml 0,4 -42. Non detti i sussidi ricevuti. Ma indubbiamente la strada della gestione industriale e non partitico clientelare é stata intrapresa.

Stefano BOERI – Assessore Cultura, Comune di Milano .Vede l’Expo come il “trigger” per il riequilibrio del territorio rurale e urbano dove l’acqua é il punto di convergenza tra i due e collegamento al tema energetico (es. mulini ) e nutrizionale. Con una agricoltura che riprende un’identità forte anche come presidio del territorio e dell’ambiente. E la città che vuole con un’agricoltura periurbana un riequilibrio del proprio territorio. A cui si aggiunge la valorizzazione commerciale del circuito del cibo con la partecipazione di piccole imprese a supporto di tale attività. Una soluzione Win Win?

Pietro Enrico Corsi – Milano – Mondohonline

Annunci

Informazioni su Daniela Mainardi

medico vivo e lavoro a Milano
Digressione | Questa voce è stata pubblicata in expo. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...