Sicurezza e sovranità alimentare sulle Ande

Camminare sulla ricchezza e avere fame: il caso delle ande.   – Mario Mancini

( La valle sacra degli Incas)

La crescita del PIL del Pla valle sacra degli incaserú nell’ultimo decennio non si può spiegare, tra le varie ragioni di ordine politico, economico, sociale, istituzionale, senza il ruolo fondamentale del settore minerario e degli idrocarburi. La presenza di grandi risorse naturali non rinnovabili, gli alti prezzi nei mercati internazionali dei minerali prodotti nel paese, il quadro normativo favorevole all’investimento di capitali esteri, l’impegno dei successivi governi a garantire anche con la forza l’ordine pubblico, Continua a leggere “Sicurezza e sovranità alimentare sulle Ande”

Annunci

Biodiversità coltivata

L’opera di Vavilov  –  Stefano Bocchi

bio1Molto tempo prima che E. Wilson introducesse la parola biodiversità nel linguaggio comune, numerosi altri pensatori, scienziati, uomini e donne di cultura e azione avevano posto il concetto di biodiversità al centro della propria attenzione. Non c’è tradizione, cultura, religione che non abbia riflettuto sulla ricchezza rappresentata Continua a leggere “Biodiversità coltivata”

Natura e nutrizione tra ecologia e teologia

Due modi per interpretare un unico divenire –   Carlo Alberto Rinolfi

eco1Per la Chiesa è  giunto il momento di recuperare i due secoli di ritardo che tanto angustiavano Carlo Maria Martini. Per farlo il vescovo di Roma ricorre a San Francesco ( 1182-1226) e al suo rapporto con la piramide capovolta del potere , in questo modo rinnova anche le sue basi teologiche . Dopo tanti sforzi per richiudere le aperture dell’ultimo Concilio , parole come natura,differenza , povertà, beni comuni acquisiscono un valore rinnovato nel pensiero cattolico. Continua a leggere “Natura e nutrizione tra ecologia e teologia”

Donne d’Africa

 Una cooperativa agricola in Sierra Leone per emanciparsi. Augusto Castagna

sierra1Il distretto di Koinadugu ha un’economia rurale con il 75% della popolazione che risiede in villaggi remoti.Peter Bayuku Konteh, nel 1991, quando è iniziata la guerra in Sierra Leone era a Milano per ragioni di studio . Si laurea, lavora. In cima ai suoi pensieri ha sempre avuto l’idea di tornare tra la sua gente. Nel 2002, finita la guerra civile propone un progetto pilota e, utilizzando le ferie torna nella sua città, Kabala, capoluogo del distretto. Continua a leggere “Donne d’Africa”

Il sistema alimentare della grande mela

La visione strategica di New York. –  Franca Castellini

ny1Nel 2010, il City Council di New York ha lanciato una grande idea visionaria [1] per il decennio successivo: riprogettare per il futuro della città  un’alimentazione sana e sicura e garantire una efficace catena di valore che includesse ogni aspetto legato al ‘food’, partendo dalla salvaguardia del tessuto agricolo cittadino e periurbano giù giù fino al governo della logistica, delle acque e dei rifiuti, cui affiancare consapevolezza e partecipazione della cittadinanza. Continua a leggere “Il sistema alimentare della grande mela”

Quando il TED va in cucina

 La rivoluzione del web sapere –  Paola Rinolfi

Daphe KollerOrmai si sa, dalla prova del cuoco della rassicurante e paffuta Antonella Clerici, alter ego  della “buona massaia Italiana”, alle seguitissime competizioni mediatiche giudicate da pluristellati e arcigni chef dall’espressività di una cotoletta impanata, ai mille corsi per imparare a cucinare in compagnia e ai film futuribili che risolvono il problema dell’alimentazione fornendo a tutti macabre pastigline di soylent green. Il worldwide sembra essere impazzito e s’è scatenato in un’incredibile rincorsa Continua a leggere “Quando il TED va in cucina”