Donne d’Africa

 Una cooperativa agricola in Sierra Leone per emanciparsi. Augusto Castagna

sierra1Il distretto di Koinadugu ha un’economia rurale con il 75% della popolazione che risiede in villaggi remoti.Peter Bayuku Konteh, nel 1991, quando è iniziata la guerra in Sierra Leone era a Milano per ragioni di studio . Si laurea, lavora. In cima ai suoi pensieri ha sempre avuto l’idea di tornare tra la sua gente. Nel 2002, finita la guerra civile propone un progetto pilota e, utilizzando le ferie torna nella sua città, Kabala, capoluogo del distretto. Costituisce l’associazione LITTLE STEP per attuare il progetto denominato da lui “microcammino 2.000” elaborato durante la permanenza a Milano.

Il progetto è basato sull’etica del potere della comunità  e focalizzato sul miglioramento della qualità della vita,  attraverso la educazione di base, della salute e attraverso la promozione del sostentamento agricolo.

Nel 2008 torna definitivamente a Kabala e dopo pochi mesi viene eletto Presidente del Distretto. L’incarico è scaduto nel mese di dicembre del 2012 e ora è Ministro nel Governo della Repubblica.

Il villaggio di Yagala ha una popolazione di circa tremila abitanti (53% donne, 30% uomini e 17% bambini) . Le principali attività economiche sono l’agricoltura e il piccolo commercio di vino di palma.

Nel Villaggio di Yagala, Little Step ha realizzato una scuola frequentata da oltre 400 bambini e alcune abitazioni per gli insegnanti, due pozzi di acqua potabile, un centro di assistenza sanitaria con infermiere ospitate nel villaggio di Yagala, un minicentro di formazione professionale (una falegnameria), un centro ricreativo per anziani quale mezzo per conservare l’eredità culturale, un mercato locale settimanale per sviluppare l’economia e attivare contatti tra gli agricoltori del villaggio, strutture religiose: Moschea e Chiesa.

Ora ci sono le condizioni per dare vita alla COOPERATIVA AGRICOLA DI DONNE. La cooperativa è lo strumento necessario per migliorare non solo lo status economico delle donne,  ma anche stimolare altre donne a intraprendere attività economiche, per dare una spinta al potenziale delle donne di mettersi in affari rendendole più necessarie alle loro famiglie e a tutta la comunità, per dare maggior possibilità alle donne di soddisfare i bisogni educativi dei loro bambini e incoraggiare le donne a dialogare e lavorare insieme per il benessere comune.

Noi di “Microcammino Onlus” ci proponiamo di: dotare la cooperativa di un pozzo per irrigare i campi coltivati, di fornire gli strumenti necessari per la lavorazione dei campi, in particolare vengono richiesti strumenti non meccanici quali zappe, badili, vanghe, innafiatoi,  ecc., di erogare contributi per la sistemazione di un locale e di un magazzino della cooperativa fornendo un generatore e pannelli fotovoltaici per garantire l’energia elettrica necessaria anche per la conservazione dei prodotti, di erogare contributi per l’acquisto di un furgoncino per il trasporto dei prodotti e di un tavolo per la loro esposizione nei mercati.

Gli obbiettivi che perseguiamo sono: migliorare le attività economiche delle donne di Yagala e del vicinato, accrescere le competenze di business delle donne coinvolte nel progetto e renderlo più attuabili, assicurare alle beneficiarie il soddisfacimenti dei bisogni educativi dei loro bambini, stimolare una sana competizione fra le donne partecipanti al progetto, migliorare la qualità della vita nel villaggio di Yagala e delle comunità circostanti.

L’implementazione del progetto prevede 2 fasi, la prima: reclutamento e addestramento del personale, identificazione dei beneficiari e individuazione di gruppi/soggetti singoli, ristrutturazione degli uffici che sono già stati messi a disposizione dalla comunità,  ma che necessitano di: ristrutturazione degli spazi, fabbricazione di mobilio (sedie, tavoli, scaffali, panche per la sala d’attesa, etc), fornitura di materiale/strumenti quali  computer, grande cassaforte, cancelleria, etc.. La seconda fase prevede: l’addestramento di base dei beneficiari del progetto (individuale/di gruppo), che  verterà su competenze di business e di management, risparmio, solidarietà di gruppo, leadership, responsabilità, onestà.  L’addestramento sarà determinato da vari fattori fra cui: numero dei partecipanti, durata, luogo.

Appena consolidata la cooperativa organizzerà la mensa per la scuola del villaggio.

Augusto Castagna

per saperne di più vai su   http://www.microcammino-onlus.it/

Guarda il video https://www.youtube.com/watch?v=eDPlPk1u9Cg

sierra2

La Repubblica della Sierra Leone è uno Stato dell’Africa Occidentale, sulla costa dell’oceano Atlantico. Confina  con la Guinea a nord e a est, con la Liberia a sud-est. La Sierra Leone emerge da una guerra civile protrattasi per oltre 11 anni, il cui impatto sulle condizioni di vita della popolazione è risultato devastante. Ha una popolazione di quasi sei milioni di abitanti e una superficie di 72.000 chilometri quadrati. Circa il 70% della popolazione è impiegato nel settore agricolo. L’economia del paese è basata sull’agricoltura di sussistenza,  che produce alimenti di base quali riso, manioca, patate, miglio e svariate verdure

Annunci

Informazioni su Daniela Mainardi

medico vivo e lavoro a Milano
Questa voce è stata pubblicata in nutrizione, Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...