La visione di Pier (Nazzareno)

nazzareno a lavoro1

Un professionista affermato che incontra il suo ictus dopo  quarant’anni dedicati a costruire grandi impianti, si rialza e si impegna ad insegnare ai giovani l’arte di costruire i cantieri del mondo.

di Nazzareno Piersigilli  (e i suoi amici).

Di sera, di malora

della falce la signora

mi percosse di sorpresa

e mi fece  gravSignora mortee offesa.

Io nel letto la sentivo,

 ero morto ancora vivo,

quando a destra mi si pose 

l’altra bianca con le rose. 

la cugina Vita è il suo nome

Si accese lotta dura

e la bianca,  mia ventura

alfìn ebbe la meglio

ed io mi tornai  sveglio.    

                            

Medici

Fur d’aiuto qual cavalieri

i medici e gli infermieri,

per serbarmi ancora forte,

  a mutar la malasorte.

  Quella  nitida visione,

  con le rose mia passione,

  leggiadra dea  profumante,

  mi sostenne ogni istante. 

Araba FeniceIo tenace con dolore

 e con pubblico stupore,

 qual araba fenice, rinato

  mi ergo ad avverso fato.

“ La tua vita legata ad un tubo!” (intendevano forse questo?)

Pier

A Pier (Nazzareno) gli amici Rocco e Dante per la tenacia e la voglia di farcela – Pasqua 2009

 

 

                                                              

Annunci

Informazioni su Daniela Mainardi

medico vivo e lavoro a Milano
Questa voce è stata pubblicata in salute e riabilitazione e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...