La Befana di Marianna

La Befana e la bambina – di Giancarlo Marchesini (*)

befana bimbaE’ un geroglifico, un disegno elementare appena accennato e come rattrappito.

E’ tratteggiato su un pezzo di carta strappato da un quaderno,  fa pensare a un lamento, un sorriso stento, un grido spezzato.

Me l’ha infilato in tasca quasi di soppiatto, guardandomi da sotto in su dalla sua spanna di statura, Marianna, bimbetta di sei anni tutta pelle e ossa della Casa Famiglia Il Pollicino del Protettorato.

Inaspettato e quasi a tradimento, è il regalo che per la Befana mi ha fatto.  L’ha ricavato in massima economia, appoggiando la sua piccola mano ossuta sulla carta bianca, e poi l’ha circumnavigata con un pennarello blu dito su dito. Ne è uscito fuori qualcosa che a me ha fatto pensare a quanto possono avere prodotto i nostri antenati sulle pareti delle caverne in cui si rifugiavano.

Ho osservato l’impronta della mano di Marianna riprodotta in blu sul foglio dapprima un po’ sorpreso, poi ho guardato i suoi occhi imploranti e puntuti come capocchie di spillo. E ho capito di avere ricevuto un regalo dell’arte primitiva, un capolavoro: quello che viene spontaneo da un cuore  bambino.  Mi ha detto: prendimi per mano e portami a casa.

Buona Befana a tutti i bambini, specialmente agli  orfani come Marianna.

(*) Scrittore –  area educazione Mondohonline -Roma

Annunci

Informazioni su Daniela Mainardi

medico vivo e lavoro a Milano
Questa voce è stata pubblicata in apprendimento e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...